Italy > Come posso contribuire? > Volontariato sul campo 

Volontariato sul campo

I volontari di Peace Brigades International (PBI) provengono da molti paesi e contesti diversi, ma hanno in comune una profonda convinzione nell'efficacia dei metodi nonviolenti e nel fatto che sono le persone semplici quelle che possono fare la differenza per creare un mondo più pacifico e giusto.

Che cosa fa un team di PBI?

Quando c'è un conflitto tra stati o tra comunità o nazioni, alcune azioni possono essere svolte da persone che vengono dall'esterno - altre invece no. Tramite la presenza di attori internazionali, nonviolenti e "non partisan", un team di PBI cerca di facilitare il raggiungimento di una risoluzione pacifica dei conflitti nell'area. Per fare questo, PBI:

  • offre supporto ed accompagnamento protettivo ai difensori dei diritti umani (persone singole o associazioni)
    che subiscono minacce violente;
  • analizza la situazione del paese o dell'area e redige Rapporti indipendenti ed affidabili per gli attori esterni tramite l'ascolto di punti di vista il più possibile diversificati;
  • incoraggia azioni finalizzate a ridurre il livello di violenza;
  • organizza regolari incontri con esponenti della società civile locale e nazionale, con i militari e con il corpo diplomatico del posto in cui opera per denunciare o mantenere alta l'attenzione su casi di abusi dei diritti umani riferiti alle persone o le organizzazioni che accompagna.

PBI non è un'organizzazione di cooperazione internazionale. Crediamo che ogni comunità abbia bisogno e il diritto di svilupparsi in autonomia e non in dipendenza da attori esterni. Quando sorgono richieste o esigenze di iniziative di cooperazione, PBI le inoltra ad altre organizzazioni che si occupano specificamente di questo.

Che cosa offre PBI ai volontari?

  • Un'eperienza di lavoro in un'organizzazione internazionale di ace e diritti umani impegnata nella trasformazione degli ideali in azioni concrete
  • Un training di formazione specializzato che tae crediblità da oltre 25 anni di lavoro sul campo
  • L'esperienza di lavorare e vivere in un team di volontari proveniente da paesi e da background diversi
  • un'unica opportunità di conoscere in prima persona le intense pressioni che subiscono i difensori de diritti umani, la loro capacità di sopportazione e il loro coraggio.

PBI copre i costi di viaggio, vitto e alloggio, spostamenti interni, assicurazione, rimpatrio oltre ad un piccolo stipendio per coprire le spese addizionali.  

Requisiti richiesti

  • Conoscenza e condivisione dei principi della nonviolenza
  • Conoscenza delle lingue straniere: per quanto riguarda i progetti in Messico, Guatemala e Colombia è richiesta un'ottima padronanza dello spagnolo; per il progetto in Kenya invece si richiede un'ottima conoscenza dell'inglese.
  • discrezione e diplomazia
  • maturità - i volontari solitamente hanno più di 25 anni
  • capacità di resistenza al lavoro sotto pressione
  • conoscenza e comprensione della storia, della politica e della cultura del paese in cui si andrà a lavorare
  • Competenze interculturali e sensibilità - capacità di lavorare assieme a persone di culture diverse, da attestare tramite precedenti esperienze di lavoro in un contesto interculturale
  • impegno di almeno un anno.

Per ulteriori dettagli, consulta le FAQ per i volontari in partenza.

Condizioni di vita

I volontari PBI condividono una casa che serve anche da abitazione e anche da ufficio. Solitamente l'ambiente è molto internazionale.  

Per saperne di più:

  • su come partecipare a un progetto PBI, leggi le FAQ.
  • sul volontariato nei vari progetti, vai alla pagina di PBI International.
  • su cosa può voler dire lo shock culturale al ritorno, guarda qui

Inoltre, ti consigliamo di prendere contatto con il gruppo italiano di PBI quando desideri partire.

Testimonianze

“Un impatto culturale è sempre reciproco, non esistono contributi, influenze, contaminazioni unidirezionali; per questo, come un etnografo, il volontario PBI deve sapere che la sua presenza lascia delle impronte e che l'ambiente nel quale vive a sua volta lo sfida, lo mette in discussione, nella sua identità culturale, nella sua struttura mentale e professionale”.
Maurizio Geri, volontario italiano nel progetto Messico

PBI Italia Ph:+39.349.37.68.636 email: info(at)remove-this.pbi-italy.org


International Office, Development House, 56-64 Leonard Street, London EC2A 4LT, U.K. Tel: +44 20 7065 0775
To find your nearest PBI office visit the international contact page