Italy > Dove lavoriamo 

Dove lavoriamo

PBI attualmente ha progetti attivi in Colombia, Guatemala, Messico, Honduras, Kenya e Nepal. Qui potete trovare una breve descrizione dei progetti. Per sapere che cosa sta succedendo in ognuno dei progetti PBI, cliccate su uno dei titoli sottostanti per essere trasferiti sulla pagina web del progetto.

PBI Colombia ha 3 équipes che proteggono ONG, attivisti/e per i diritti umani e comunità in Bogotá, Urabá e Barrancabermeja.

PBI Colombia ha 3 equipes che proteggono ONG, attivisti/e per i diritti umani e comunità a Bogotá, Urabá e Barrancabermeja.

L’accompagnamento protettivo può essere esercitato con diverse modalità. Quando la minaccia è alta, l’accompagnamento si realizza per 24 ore su 24. I volontari/e rimangono nelle comunità minacciate o accompagnano gli/le attivisti/e nei loro spostamenti.

Il conflitto colombiano è estremamente complesso ed è centrale per il lavoro di PBI mantenersi aggiornati e fare una attenta analisi di congiuntura sull’evoluzione del conflitto. Per questo l'equipe dei volontari presente a Bogotà ha un intenso lavoro di mantenimento di contatti con autorità, Ong e istituzioni.

PBI Guatemala ha identificato tre temi fondamentali per il medio termine: la lotta contro l’impunità, l’accesso alla terra, globalizzazione e diritti umani.

Il progetto Guatemala ha avuto una prima fase di attività dal 1983 al 1999: il progetto era stato chiuso alcuni anni dopo la firma degli accordi di pace tra governo e guerriglia.

Il peggioramento della situazione dei diritti umani ha indotto la società civile guatemalteca a chiedere nuovamente l'intervento di PBI che ha riaperto il progetto nel 2002. La situazione è complessa e la richiesta di accompagnamento è elevata; l'alto tasso di violenza comune spesso permette a chi intende intimidire gli/le attivisti/e per i diritti umani di cammuffare le minacce facendole passare per atti di delinquenza.

PBI Guatemala ha identificato tre temi fondamentali per il medio termine: la lotta contro l’impunità, l’accesso alla terra, globalizzazione e diritti umani.

In seguito al colpo di stato del 2009 e al successivo deterioramento della situazione dei difensori dei diritti umani in Honduras, nel 2010 la National Human Rights Platform dell’Honduras ha chiesto formalmente a PBI di intervenire nel paese con azioni di accompagnamento internazionale e progetti di osservazione.

Dal 2013 un equipe di volontari PBI è presente nella capitale Tegucigalpa da dove accompagna organizzazioni hondureñe. Nel Report sulla situazione dei difensori dei diritti umani in Honduras sulla situazione dei difensori dei diritti umani in Honduras viene descritta la situazione nel dettaglio.

In Kenya gli attivisti per la difesa dei diritti umani affrontano numerose sfide e minacce soprattutto se lavorano negli insediamenti informali e nelle aree rurali, o se sono attivi su temi sensibili come il diritto alla terra o la corruzione e le violazioni dei diritti umani perpetrate dalla polizia. Gli attivisti per i diritti umani (HRDs) che si occupano di questi temi sono spesso vittima di pedinamenti, minacce e aggressioni. Le attiviste donne sono esposte ad un rischio maggiore di stigmatizzazione nonché di violenze sessuali a causa del loro lavoro in difesa dei diritti umani. In molti casi, le minacce di cui sono vittime le attiviste donne non vengono ricondotte al loro lavoro e comunque non assumono la stessa valenza delle minacce fatte ai loro colleghi uomini.

Un altro problema è la criminalizzazione dei difensori dei diritti umani, che si concretizza in arresti basati su false accuse.

L'approccio integrale di accompagnamento protettivo di PBI ha un valore aggiunto e complementare rispetto agli strumenti di protezione già presenti nel paese. L'approccio preventivo di PBI offre inoltre un'alternativa alle soluzioni classiche di risposta alle emergenze che si attivano normalmente solo dopo una minaccia all'incolumità dei difensori. I team dei volontari/e risiede a Nairobi ma ha anche visitato la Costa, la parte centrale e quella occidentale del Kenya. 

PBI realizza accompagnamenti a Città del Messico, Oaxaca e negli stati Chihuahua e Coahuila.

PBI realizza accompagnamenti a Città del Messico, Oaxaca e negli stati settentrionali di Chihuahua e Coahuila.

Il progetto è focalizzato sull’accompagnamento di comunità indigene ed eco-attivisti/e che si oppongono alla militarizzazione e allo scempio del territorio.

Lotta contro l’impunità, sostengo e rafforzamento dei diritti indigeni, dare potere alle donne e smascherare gli abusi ambientali: questi sono i temi principali del progetto PBI Messico.

PBI in Nepal

La presenza di PBI in Nepal consiste oggi nel progetto NepalMonitor, strumento attraverso il quale vengono raccolti e fatti circolare i report relativi alla situazione dei difensori dei diritti umani ed alla sicurezza. 

Testimonianze

“Un impatto culturale è sempre reciproco, non esistono contributi, influenze, contaminazioni unidirezionali; per questo, come un etnografo, il volontario PBI deve sapere che la sua presenza lascia delle impronte e che l'ambiente nel quale vive a sua volta lo sfida, lo mette in discussione, nella sua identità culturale, nella sua struttura mentale e professionale”.
Maurizio Geri, volontario italiano nel progetto Messico

PBI Italia Ph:+39.349.37.68.636 email: info(at)remove-this.pbi-italy.org


International Office, Development House, 56-64 Leonard Street, London EC2A 4LT, U.K. Tel: +44 20 7065 0775
To find your nearest PBI office visit the international contact page