27.01.2019

Incontri Swefor

In Guatemala lo scorso mese di dicembre si sono commemorati i 22 anni dalla firma degli Accordi di Pace che hanno messo fine al lungo conflitto armato interno durato 36 anni (1960-1996). Da quel momento in poi si è sperato che le organizzazioni della società civile e i difensori dei diritti umani potessero potare avanti i propri valori in difesa dei diritti umani senza rischio per la propria incolumità e sicurezza. Purtroppo ancora il Paese centroamericano è lontano dal garantire la piena sicurezza a coloro che nel quotidiano difendono i diritti umani.

Una serie di incontri (martedì 5 febbraio ore 20.30 a Rovereto (TN), viale Trento 47/49 c/o Smart Lab; mercoledì 6 febbraio 2019 a Milano, Casa per la Pace, via Marco d'Agrate 11 ore 19.30; giovedì 7 febbraio ore 18 a Torino, Centro Studi Sereno Regis, sala Gandhi, via Garibaldi 13) faranno luce sul Guatemala di oggi, allargando lo sguardo anche ai paesi confinanti.

Fra i temi più rilevanti nella difesa dei diritti umani in Guatemala ci sono la difesa della terra, del territorio e dell’ambiente; il recupero delle terre ancestrali, specialmente delle varie popolazioni Maya che abitano il Paese; la lotta contra mega progetti minerari ed idroelettrici; la ricerca di giustizia e verità nei processi di “giustizia di transizione” per i crimini commessi durante il conflitto armato.

SweFor Guatemala e PBI Italia onlus sono ONG internazionali che lavorano da tempo accompagnando difensori dei diritti umani in Messico, Guatemala, Honduras e Colombia con l’obiettivo di creare spazi di sicurezza e di pace, utilizzando metodi nonviolenti. Roberto Meloni è stato volontario di PBI Guatemala (2016-2017) e attualmente lavora come osservatore di pace e accompagnante di difensori dei diritti umani in Guatemala.”Uno sguardo sul Guatemala” ha come obiettivo di raccontare attraverso parole e immagini l’esperienza dell’accompagnamento internazionale e alcune storie dei difensori dei diritti umani guatemaltechi.

Gli eventi sono promossi da Swefor (www.krf.se) e PBI Italia (www.pbi-italy.org)

Testimonianze

“Un impatto culturale è sempre reciproco, non esistono contributi, influenze, contaminazioni unidirezionali; per questo, come un etnografo, il volontario PBI deve sapere che la sua presenza lascia delle impronte e che l'ambiente nel quale vive a sua volta lo sfida, lo mette in discussione, nella sua identità culturale, nella sua struttura mentale e professionale”.
Maurizio Geri, volontario italiano nel progetto Messico

PBI Italia Ph: +39.345.26.90.132 email: info(at)remove-this.pbi-italy.org


International Office, Development House, 56-64 Leonard Street, London EC2A 4LT, U.K. Tel: +44 20 7065 0775
To find your nearest PBI office visit the international contact page