18.07.2014

Presentata la legge di iniziativa popolare per una Difesa civile non armata e nonviolenta

Interventi VR

È stato presentato il 3 luglio 2014 in Cassazione il titolo della Legge di Iniziativa popolare che ha l'obiettivo di istituire un Dipartimento per la Difesa civile non armata e nonviolenta. La raccolta delle firme a sostegno della Legge partirà il 2 ottobre 2014. 

Una delle novità che la nuova Legge vorrebbe istituire è la cosiddetta "opzione fiscale", ovvero la possibilità per i cittadini, in sede di dichiarazione dei redditi, di destinare una certa quota alla difesa non armata, togliendola dai finanziamenti militari e per la armi. 

"Si tratta di dare finalmente concretezza a ciò che prefiguravano i Costituenti con il ripudio della guerra e che già oggi è previsto dalla legge e confermato dalla Corte Costituzionale: la possibilità di assolvere all'obbligo costituzionale dell'articolo 52 con una struttura di Difesa civile alternativa a quella prettamente militare , finanziata direttamente dai cittadini attraverso l'opzione fiscale in sede di dichiarazione dei redditi" si legge nel comunicato stampa delle associazioni promotrici dell'iniziativa (leggi tutto il comunicato). 

L'iniziativa è nata in seguito ai due ultimi 2 giugno celebrati come "Festa della Repubblica che ripudia la guerra" e all'"Arena di Pace e Disarmo" (a cui si riferiscono le foto), una grande iniziativa per la pace e per il disarmo organizzata dalla Rete Corpi Civili di Pace svoltasi il 25 aprile 2014 all'Arena di Verona alla presenza di 13 mila persone (video). Tra i numerosi partecipanti c'era anche PBI. 

Testimonianze

“PBI ci ha accompagnato… per più di cinque anni, facendo visita a carceri, posti di blocco militari e della polizia, sindacati, tribunali e lezioni universitarie. Ci ha accompagnato in diverse regioni, viaggiando in autobus, in nave, in elicottero, a cavallo o a piedi. Ci accompagnano all’aeroporto quando arriviamo o lasciamo il Paese, rimanendo assieme a noi per periodi di tempo che in certi casi superano le 18 ore al giorno, sette giorni su sette. E anche quando non sono con noi,  sono impegnati in attività diplomatiche legate a lobby presenti nell’Unione Europea e negli Stati Uniti….Posso sicuramente affermare che continueremo a sostenere il lavoro di PBI per tutta la vita.”
Luis Pérez Casas, del Collettivo di avvocati “José Alvear Restrepo”, Colombia, un’organizzazione soggetta a costanti minacce

PBI Italia Ph: +39.345.26.90.132 email: info(at)remove-this.pbi-italy.org


International Office, Development House, 56-64 Leonard Street, London EC2A 4LT, U.K. Tel: +44 20 7065 0775
To find your nearest PBI office visit the international contact page